INSTAGRAM: COME UTILIZZARLO AL MEGLIO

Instagram: come utilizzarlo al meglio

Il social network parla con le immagini, Instagram sa farlo meglio di tutti. Ti spiego come utilizzarlo al meglio per valorizzare il tuo brand.

instagram-come-utilizzarlo -al -meglio

Parlare con le immagini è bello. È più immediato e stimolante, soprattutto le nuove generazioni, i cosiddetti Millennials, preferiscono condividere immagini, foto e video piuttosto che scrivere. Siamo circondati da social che permettono di farlo, ma Instagram is The king!

Boom Instagram degli ultimi anni

Ha visto le luci della ribalta nel 2010 ma è diventato molto popolare nel 2012 in seguito all’acquisizione da parte di Mr. Zuckerberg. Oggi è il social network visual centric per eccellenza che definisce la diversità e globalità della sua community (Igers) come la sua caratteristica più forte. È un potente strumento di marketing da inserire nella social media strategy della tua azienda perché utile a far crescere un business.

Più di 600 milioni di utenti attivi ed è ancora in crescita, di fondamentale importanza per le aziende che mirano ad avere visibilità, acquisire clienti e aumentare il proprio fatturato con un costo molto basso. Infatti si attesta come il secondo social network con il più alto tasso di engagement, e questo si riflette anche nel rapporto brand-follower: secondo le statistiche su Instagram l’engagement con i brand è 10 volte più alto che su Facebook, anche se visto il papà in comune alcune caratteristiche sono praticamente uguali. Ma niente è uguale a niente.

Cosa possiamo fare

Con un social network come Instagram, si può

  • Creare una strategia di comunicazione digitale valida
  • Creare contenuti attraenti fatti di immagini di alta qualità
  • Far crescere il desiderio d’acquisto
  • Presentare ai propri clienti una vetrina facile da consultare
  • Crearsi una community impeccabile

Su Instagram non solo foto

Dunque il procedimento è creare contenuti fotografici validi ma non solo, come su Facebook anche e soprattutto su Instagram è possibile condividere storie. Chiamate appunto InstagramStories, sono la via giusta da prendere se si vuoi avere successo.

Grazie ai contenuti visivi puoi raccontare i tuoi prodotti e la tua attività, comunicando in modo immediato i punti di forza rispetto ai tuoi concorrenti. Le storie permettono questo, il modo è intuitivo ma molto efficace. La loro natura interattiva attira l’attenzione degli utenti che incuriositi aspettano sempre la “prossima puntata” per scoprire novità. In questo modo è possibile trasformare visitatori occasionali in consumatori fidelizzati e dare un volto umano, al contempo professionale al vostro business.

Gli Hashtag

Sono la vera motrice di questo strumento: mi raccomando non scrivere mai parole casuali. Il numero perfetto è 11 e devono essere coerenti ed inerenti al contenuto. Instagram apprezzerà.

Rimani in pole position seguendo i trend del giorno e geolocalizzati. Non è vero che più sono e meglio è. Questa è una teoria da dilettanti.hashtag colore unico instagram simona ruffino

 

Non è (solo) roba per adolescenti

SproutSocial ha raccolto alcune interessanti informazioni demografiche relative agli utilizzatori dell’App Instagram:

  • 600 milioni di iscritti di cui il 26% è rappresentato da un pubblico femminile e il 38% da quello maschile;
  • Il 33% degli utenti ha un’età che va dai 30 ai 49 anni, mentre il 18% dai 50 ai 64;
  • Il 90% degli utenti Instagram avrebbe un’età inferiore ai 40 anni.

Dati che parlano come si direbbe; se Instagram è un modo per superare le barriere linguistiche e coinvolgere persone in tutto il mondo –  e lo fa davvero-, perché non utilizzarlo come strumento di marketing e guadagno?

Secondo uno studio di Iconosquare, le persone che usano Instagram tendono a essere più propense all’acquisto: il 70% visita spesso i profili dei brand e il 62% dichiara di seguirli proprio perché è interessato ai contenuti che pubblicano.

Non si tratta solo di personaggi famosi che pubblicano il loro ultimo selfie o la foto con il proprio cane. Si tratta piuttosto di business, money! Anche se, va bene ammettiamolo, uno studio condotto da Mashable ha svelato che le foto raffiguranti volti sorridenti hanno ottenuto il 38% di like in più. Quindi sì, magari per una azienda sarebbe conveniente pubblicare di tanto in tanto la foto del direttore, del cliente plus; ma di questo avremmo modo di parlarne più nel dettaglio.

Una vetrina aziendale

Abbiamo capito che Instagram è la svolta per le aziende. È il successo. Va al passo con in tempi ed è seguita dalle generazioni future. Cosa deve fare una azienda per cavalcare quest’onda?

  • Avere una visione chiara su obiettivi e strategia
  • Pubblicare contenuti con frequenza costante: visual storytelling dal carattere persuasivo e a prova di consumatore.
  • Avere familiarità con i followers che poterà a stimolare fidelizzazione attraverso la relazione diretta con il consumatore: direct
  • Pubblicare post sponsorizzati: strumento davvero prezioso per fare promozione in tutto il mondo
  • Creare una brand identity precisa: biografia descrittiva e precisa dell’azienda e immagine profilo subito riconoscibile

Se non ce l’hai, meglio rimediare subito. Adesso. Instagram è il tassello mancante del tuo business, ma ricorda non fare foto a caso: fai sempre scelte mirate e consone al tuo core business, se proprio non ci riesci prova ad utilizzare i 19 filtri a disposizione; d’altronde hanno fatto il successo della App.


simona ruffino

SIMONA RUFFINO

Brand specialist | Digital Strategist
Founder di Colore Unico Extra-Ordinary way srl
Founder di Yeah Priscius Project
Visual Concept Manager di SEO&LOVE 

Contattami: Simona Ruffino Official Page 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *